Fondazione Svizzera di Cardiologia
Viva la sua vita, non la sua debolezza di cuore

Vivere con l'insufficienza cardiaca

Coronavirus, COVID-19

A cosa devo prestare attenzione in particolare come paziente affetta o affetto da insufficienza cardiaca?

Se ha un’insufficienza cardiaca e difficoltà di respirazione, lei rientra nella categoria delle persone molto a rischio. Deve dunque attenersi assolutamente alle Direttive dell’UFSP in fatto di igiene e distanza dagli altri. Si tenga in contatto con il suo medico o la sua medica, curi un’alimentazione sana, cerchi di restare il più possibile attivo o attiva a casa oppure all’aperto rispettando le distanze e continui ad assumere le medicine così come prescritto finora. Controlli sempre il suo peso e annoti regolarmente i dati corporei (peso, pressione, pulsazioni) nonché eventuali sintomi. Se i disturbi di cui soffre si aggravano deve subito contattare il suo medico o la sua medica.

Viva la sua vita, non la
sua debolezza di cuore

Forza per un cuore debole

In Svizzera vivono da 150’000 a 200’000 persone con un cuore debole, una cosiddetta insufficienza cardiaca. In loro la forza di pompaggio del cuore diminuisce e la qualità della vita è spesso ridotta. In questa pagina trova nozioni interessanti sulla malattia, informazioni sulla prevenzione e consigli sul modo di agire. Viva la sua vita, non la sua debolezza di cuore.

Questa pagina internet è stata redatta dalla Fondazione Svizzera di Cardiologia in collaborazione col Gruppo di lavoro «Insufficienza cardiaca» della Società Svizzera di Cardiologia:

Le seguenti ditte sono partner della piattaforma «Sapere – Comprendere – Vivere meglio» e sostengono la Fondazione Svizzera di Cardiologia nel suo intento di permettere ai pazienti con insufficienza cardiaca una miglior gestione della loro malattia: